Post

Visualizzazione dei post da 2011

GRAZIE A TUTTI VOI

Oggi il mio blog festeggia un anno! L'ho aperto il 27 Dicembre 2010, me lo ricordo bene perchè era il giorno prima del mio compleanno ed è nato perchè avevo alcuni miei scritti sparsi qua e là nel mio computer e non volevo andassero perduti, così un bel giorno li ho raccolti tutti ed è nato questo mio diario personale, per poi proseguire con nuovi articoli di volta in volta. Creato il blog mi sono chiesto perchè non farci anche un libro, forse questi scritti potrebbero essere di stimolo a qualcuno e così li ho proposti a qualche casa editrice. Ringrazio perciò Fabbroni Roberto della "Fabbroni Edizioni" perchè non ha esitato un attimo nel volermelo pubblicare, mostrandomi quindi molta fiducia in quello che ho scritto. Spero che il libro abbia un buon riscontro di vendite non solo per me, ma soprattutto per lui, per aver creduto in me. Ringrazio anche Pietro Abbondanza perchè, se nella sua casa editrice tratta soprattutto canalizzazioni, ha voluto però propormi di inserire il…

IL MIO LIBRO SU STAZIONE CELESTE

Il mio libro oggi è segnalato anche sugli "Aggiornamenti" di Stazione Celeste.
http://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__pensieri-riflessioni-cammino.php
Il Maestro più grande è quello dentro di te, non perchè sia il più grande di tutti, ma perchè lo è per te.
Ascoltalo e non abbassarlo pensando che gli altri siano migliori del tuo.
Il Maestro in te è il tuo massimo e quando tu sei il massimo di te non hai mancanze, perciò non temi e non ti interessano i confronti e proprio per questo sei Maestro, Autentico, Unico, Autonomo e Sovrano.
Quando ti libererai del tuo "voler" creare, si aprirà la tua natura creativa.
Quando ti libererai del tuo "voler" amare, si aprirà la tua natura amorevole.
Quando ti libererai del tuo "voler" unirti al tuo Sè, si aprirà la tua natura divina.
Tu non hai bisogno di "volere", tu "SEI".
Lascia che la tua vera natura sia e senza volerlo accadrà.
Lasciati essere!

Fabio

NON CI RIUSCIRANNO

Immagine
Vedo tanti dolori nella vita, tante sofferenze, ma non ci riusciranno a farmi scoraggiare.

Vedo tante guerre fraterne, tante violenze, ma non ci riusciranno a darmi per vinto.

Vedo tanto potere egoico, tante ingiustizie, ma non ci riusciranno a farmi piegare.

Vedo........che il mondo mi parla in ogni lingua e in ogni situazione e trasmette tanta paura, ma non ci riuscirà ad indebolirmi.

No, non ci riusciranno, non perchè non mi interessa quello che vedo, ma perchè tutto questo è servito perchè comprendessi.

Il sentimento aumenta la sensibilità, ma le negatività aumentano la forza.

L'amore non è solo sentimento, è anche forza, è diventare superiori alle circostanze, alle situazioni e non lasciarsi soggiogare.

Il medico pietoso fa la piaga puzzolente.

No, non ci riusciranno ad abbassare la mia luce, anzi la rafforzeranno.

Ora sono un essere nuovo e voglio creare la mia vita. Il mio passato e la mia falsa identità sono custodite nel mio cuore, e grazie a questo sarò nuovo, sarò vero.

L'INTELLIGENZA DELL'ANIMA

Immagine
Leggevo molto tempo fa in un libro di filosofia orientale che l'intelligenza è nell'aria, è dello spirito divino e l'uomo ha solo la capacità di recepirla.
Mi colpì molto questo, fin da allora credevo fosse una proprietà umana, una sua capacità, ma forse era vero così, c'è un'intelligenza nell'anima del mondo, nell'anima umana e noi possiamo solo sentirla e comprenderla.

Proprio oggi questa affermazione si è maturata maggiormente in me. Se ho un problema, non lo risolvo con la mente, ma con l'ascolto dell'intelligenza della mia anima, diventare cioè ricettivo nella comprensione della sua risoluzione da parte dell'anima.

Nella nostra dimensione noi conosciamo l'amore con la dualità di un soggetto che ama ed un altro che è amato e così conosciamo tutte le cose tramite le due facce della stessa medaglia. Avere un problema e risolverlo sono le due facce della stessa medaglia che è l'intelligenza.

Noi però siamo abituati a risolverlo con la nostr…

AMORE INCONDIZIONATO

Immagine
Se hai sensi di colpa, frustrazioni e paure è perchè il tuo amore è ancora condizionato, condizionato dal risultato, dalla situazione affettiva, di lavoro.
L'amore condizionato dice NO al vero amore, dice "aspetta", non sono ancora pronto, devo prima diventare qualcuno o risolvere tale situazione o condizione.

Ma amare a seconda delle condizioni è un amore duale, se le cose vanno bene amo e sono felice,
ma di conseguenza se le cose vanno male non amo e sono triste.
Se perciò hai ancora dubbi e frustrazioni, ricordati che la vita ti sta dicendo che il tuo amore non è totale.

Ama incondizionatamente e non avrai più dubbi perchè in qualsiasi situazione tu sai amare.
E' facile amare quando tutto va bene, ma amare in situazioni difficile è aver maturato l'amore vero,
quello senza condizionamenti e in questo amore saprai creare ed espandere gioia e amore e la tua vita sarà amore e gioia.

Quando l'amore lo cerchiamo all'esterno l'amore diventa passivo e aspet…

L'EQUILIBRIO INTERIORE

Immagine
martedì, 15 novembre 2011
La dualità ci insegna a camminare, proprio come un cammino fisico in cui ci si sposta da una gamba all'altra e si va avanti.
Così ci troviamo che nel nostro vivere tendiamo a spostare le nostre energie in una direzione e subito dopo la direzione opposta ci ribilancia.

Non importa quale sia la direzione, comunque poi l'altra la fa ritornare in equilibrio, proprio come la legge fisica che dice che ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria.

Spesso noi usiamo le energie senza avere consapevolezza in noi del perchè le indirizziamo in quel punto o situazione e per questo, di risposta, la natura ribilancia con il suo opposto, con il gioco appunto della dualità.

Per esempio, se noi spostiamo le energie reagendo ad un vuoto interiore che ci sta opprimendo, cioè non sentiamo pace in noi e subito cerchiamo energie per riempire questo vuoto interiore, magari cercando del cibo, o cercando qualche approvazione, noi le cerchiamo all'esterno di no…

SOVRANITA'

Immagine
venerdì, 30 settembre 2011

In un momento di ascolto in me stesso, ho percepito-immaginato l'abbraccio di Dio, ma, pur sentendo pace e amore, c'era in me qualcosa che non capivo e mi dava agitazione finchè non avessi compreso.
Questo voler comprendere lo sentivo come uno staccarmi da quelle braccia immaginarie, ma uno staccarmi necessario affinchè potessi comprendere quello che non capivo e percependo anche il suo beneplacito.

E' così che ho compreso la sovranità, il grande dono di Dio.
Io penso che questo distacco (inteso come sentirlo, non come un distacco vero e proprio ovviamente) sia voluto per renderci indipendenti, autonomi, sovrani. Proprio come nella nostra vita quando un figlio lascia i propri genitori per poter diventare anche loro genitori, Dio vuole farci creatori e non solo creature.
Mi viene in mente la Genesi biblica, quando Adamo ed Eva stavano nell'Eden, che io considero come un raccontare la vita interiore dell'uomo nel rapporto con Dio in senso figur…

La ricchezza interiore

Immagine
domenica, 18 settembre 2011
Quando comprenderai che le tue esperienze negative, la tua incapacità, le tue rabbie, le tue vergogne, i tuoi sensi di colpa, le tue paure, fanno parte della tua ricchezza interiore e non della tua mancanza, questa tua ricchezza si estenderà nella tua vita esteriore, perchè l'abbondanza esteriore non è altro che la consapevolezza della propria ricchezza interiore che si espande all'esterno.
Queste esperienze di vita arricchiscono la tua anima e la rendono più forte e ti sta portando verso la realizzazione dell'amore incondizionato.

LA PACE INTERIORE

Immagine
martedì, 09 agosto 2011 Ti lamenti quando vedi le ingiustizie e non ti accorgi quanto sei ingiusto con te stesso, ogni volta che non ti accetti per quello che sei e non ti ami.
Ti fa orrorre vedere persone che abusano degli altri e non ti accorgi quante volte abusi di te stesso, ogni volta che ti tratti male, che usi il tuo corpo con spregio, ogni volta che ti crei una malattia perchè credi di non meritare di stare bene.
Ti arrabbi nel vedere la violenza altrui e non ti accorgi quante volte violenti te stesso perchè pensi di dover essere importante e raggiungere chissà cosa prima di poterti amare e ogni volta che, per soffocare un tuo vuoto interiore che non riesci a sopportare, ti costringi a fare qualcosa anche contro i tuoi stessi desideri e il tuo stesso benessere. Hai orrore della guerra e proclami la pace e non ti accorgi di quante poche volte ti senti in pace con te stesso e quante volte la eviti solo perchè la mente ti dice che devi fare qualcosa per esserne degno.
Non si lotta p…

IL VUOTO

Immagine
mercoledì, 20 luglio 2011 Eppoi giunge un tempo in cui le parole non hanno più senso,
in cui ogni risposta non ha più valore,
in cui ogni giudizio e dubbio non esistono più;
In cui senti il bisogno di liberarti di tutto.
E' il tempo del vuoto, del silenzio, dove ogni cosa viene accantonata,
persino i valori, le consapevolezze sono solo contenitori di informazione e niente più.
E' il tempo della leggerezza, della libertà totale;
del vero inizio.
Non più una storia da vivere, una via da pecorrere, un obiettivo da raggiungere.
Nel vuoto niente ha più importanza.
Nel vuoto inizi a risorgere, ad essere nuovo, a conoscerti come veramente sei.
Le memorie, gli strati di conoscenza, i collegamenti col passato,
sono solo accumuli, depositi, macerie di una vita ormai logora.
La morte del vecchio, la nascita del nuovo.
Nel vuoto non esistono le aspettative, cosa puoi aspettarti se niente più desideri?
E se niente più ami desiderare, cosa può mancarti?
Ecco allora che il vuoto diventa pieno…

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *